Collezione Giuseppe Iannaccone

Opera

Paulina Olowska, Chess Player, 2010, olio su tela, 174.9 × 122.5 cm

BIografia

Paulina Olowska

Paulina Olowska è nata nel 1976 a Gdansk in Polonia. Dopo il diploma all'Accademia di Belle Arti di Gdansk nel 1995, si perfeziona all'Istituto d'Arte di Chicago, alla Royal Academy de L'Aja, al Centro di Arte Visiva e Comunicazione di Lisbona e al Rijksakademie van Beeldende Kunsten di Amsterdam e oggi vive e lavora tra Berlino e Varsavia. Pittrice, performer, fotografa e regista ha la sua prima personale alla Galleria Sebra di Gdansk nel 2000, cui segue una vivace attività espositiva in Polonia, Germania, Belgio, Portogallo, Estonia e Stati Uniti. La sua ricerca formale, iniziata con la pittura, parte dal Modernismo e dal Costruttivismo russo, per mettere a punto un linguaggio globale in cui ci sia continuità tra passato e futuro e comprensione tra vecchio e nuovo. Nella sua ricerca infatti, aspetti legati all’industria, al tempo libero e al simbolismo socialista vengono presi in considerazione e tratti dallo spazio visuale e culturale dell’est europeo. Le sue opere si focalizzano su figure dimenticate, storie minori, citando l’estetica popolare attraverso fotografie di moda, manifesti di propaganda politica, copertine di dischi, graffiti, periodici e insegne pubblicitarie. Dal 2010 i suoi lavoro pongono l’accento su giovani donne che indossano maglioni colorati, posando quasi come fossero modelle per una rivista di moda. Queste immagini, che richiamavano il consumismo occidentale prettamente americano, erano praticamente introvabili come erano introvabili simili indumenti nei negozi. I maglioni, di matrice occidentale, venivano riprodotti e rielaborati dalle donne polacche, in gran segreto, a casa propria. Questo tipo di rielaborazione e ricreazione di stili occidentali era stato già definito nel 1954 dallo scrittore polacco Leopold Tyrmand coniando il termine “Applied Fantastic” da cui prende il nome la serie da cui sono tratte le opere del 2010 presenti nella raccolta Iannaccone, Chess Player 1 e Crochet Coat. I dipinti vivono, e le modelle raffigurate riescono ad esaltare, a distruggere e trasformare ciò che indossano. Grazie al loro portamento e alla loro bellezza, un banale oggetto come un maglione di lana si trasforma in qualcosa di meraviglioso e sensuale. Nessun fotoritocco. L’immagine della donna pura e semplice.

Opere Correlate

Artista: Paulina Olowska

Paulina Olowska
Crochet Coat, 2010

Anno: 2010 Mostra tutte le opere (12)

Charles Avery
Untitled (Eel Sellers), 2010

Roberto Cuoghi
Senza titolo , 2010

Nathalie Djurberg & Hans Berg
Man on Bed with Birds, 2010

Francesco Gennari
Autoritratto come Eclissi di Sole, 2010

Giovanni Iudice
Carla (Piccolissimo), 2010

Geografia: Polonia

Paulina Olowska
Crochet Coat, 2010

Wilhelm Sasnal
Untitled, 2012

Tema: Ritratto Mostra tutte le opere (155)

Francis Alÿs
Eine Kleine Nacht Musiek, 1993

Francis Alÿs
Untitled (Man/Woman with Shoe on Head), from The Liar series, 1995

Francis Alÿs
Untitled (Study for Painting and Punishment), 2000 - 2003

Nobuyoshi Araki
Shikijyo Sexual Desire, 1996/2008

Nobuyoshi Araki
Tokyo Comedy , 1997/2008

Tecnica: Pittura Mostra tutte le opere (192)

Francis Alÿs
BARRA DE SANTANDER GUANAJUATO, 1987 ca.

Francis Alÿs
Eine Kleine Nacht Musiek, 1993

Francis Alÿs
Untitled (Man/Woman with Shoe on Head), from The Liar series, 1995

Francis Alÿs
Untitled (Study for Painting and Punishment), 2000 - 2003

Arnaldo Badodi
Ballerine, 1938

Opera

Paulina Olowska, Crochet Coat, 2010, olio su tela, 72 × 50 cm

BIografia

Paulina Olowska

Paulina Olowska è nata nel 1976 a Gdansk in Polonia. Dopo il diploma all'Accademia di Belle Arti di Gdansk nel 1995, si perfeziona all'Istituto d'Arte di Chicago, alla Royal Academy de L'Aja, al Centro di Arte Visiva e Comunicazione di Lisbona e al Rijksakademie van Beeldende Kunsten di Amsterdam e oggi vive e lavora tra Berlino e Varsavia. Pittrice, performer, fotografa e regista ha la sua prima personale alla Galleria Sebra di Gdansk nel 2000, cui segue una vivace attività espositiva in Polonia, Germania, Belgio, Portogallo, Estonia e Stati Uniti. La sua ricerca formale, iniziata con la pittura, parte dal Modernismo e dal Costruttivismo russo, per mettere a punto un linguaggio globale in cui ci sia continuità tra passato e futuro e comprensione tra vecchio e nuovo. Nella sua ricerca infatti, aspetti legati all’industria, al tempo libero e al simbolismo socialista vengono presi in considerazione e tratti dallo spazio visuale e culturale dell’est europeo. Le sue opere si focalizzano su figure dimenticate, storie minori, citando l’estetica popolare attraverso fotografie di moda, manifesti di propaganda politica, copertine di dischi, graffiti, periodici e insegne pubblicitarie. Dal 2010 i suoi lavoro pongono l’accento su giovani donne che indossano maglioni colorati, posando quasi come fossero modelle per una rivista di moda. Queste immagini, che richiamavano il consumismo occidentale prettamente americano, erano praticamente introvabili come erano introvabili simili indumenti nei negozi. I maglioni, di matrice occidentale, venivano riprodotti e rielaborati dalle donne polacche, in gran segreto, a casa propria. Questo tipo di rielaborazione e ricreazione di stili occidentali era stato già definito nel 1954 dallo scrittore polacco Leopold Tyrmand coniando il termine “Applied Fantastic” da cui prende il nome la serie da cui sono tratte le opere del 2010 presenti nella raccolta Iannaccone, Chess Player 1 e Crochet Coat. I dipinti vivono, e le modelle raffigurate riescono ad esaltare, a distruggere e trasformare ciò che indossano. Grazie al loro portamento e alla loro bellezza, un banale oggetto come un maglione di lana si trasforma in qualcosa di meraviglioso e sensuale. Nessun fotoritocco. L’immagine della donna pura e semplice.

Opere Correlate

Artista: Paulina Olowska

Paulina Olowska
Chess Player, 2010

Anno: 2010 Mostra tutte le opere (12)

Charles Avery
Untitled (Eel Sellers), 2010

Roberto Cuoghi
Senza titolo , 2010

Nathalie Djurberg & Hans Berg
Man on Bed with Birds, 2010

Francesco Gennari
Autoritratto come Eclissi di Sole, 2010

Giovanni Iudice
Carla (Piccolissimo), 2010

Geografia: Polonia

Paulina Olowska
Chess Player, 2010

Wilhelm Sasnal
Untitled, 2012

Tema: Ritratto Mostra tutte le opere (155)

Francis Alÿs
Eine Kleine Nacht Musiek, 1993

Francis Alÿs
Untitled (Man/Woman with Shoe on Head), from The Liar series, 1995

Francis Alÿs
Untitled (Study for Painting and Punishment), 2000 - 2003

Nobuyoshi Araki
Shikijyo Sexual Desire, 1996/2008

Nobuyoshi Araki
Tokyo Comedy , 1997/2008

Tecnica: Pittura Mostra tutte le opere (192)

Francis Alÿs
BARRA DE SANTANDER GUANAJUATO, 1987 ca.

Francis Alÿs
Eine Kleine Nacht Musiek, 1993

Francis Alÿs
Untitled (Man/Woman with Shoe on Head), from The Liar series, 1995

Francis Alÿs
Untitled (Study for Painting and Punishment), 2000 - 2003

Arnaldo Badodi
Ballerine, 1938