Collezione Giuseppe Iannaccone

Opera

Lulashi Iva, Chi sarà il primo, ,

BIografia

Lulashi Iva

Iva Lulashi (1988) è nata a Tirana, Albania. Vive e lavora a Milano. Nel 2016 si diploma all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Il suo lavoro parte da tracce trovate e prende spunto da film d'autore, documentari, pubblicità, trasmissioni televisive, fotografie private, foto di scena o frames che riflettono il linguaggio visivo di una storia albanese, che non è mai stata consapevolmente vissuta dall'artista ma che riporta nei suoi lavori incorporandola a filmati erotici, confondendo quindi il confine tra gli tra la propaganda comunista nei film, scene di sesso, e sane attività quotidiane all’aria aperta.

Nelle tele di piccolo formato di Iva si incontrano le descrizioni di mondi apparentemente lontani ma che, nei suoi lavori pittorici diventano così legati da non poter più riconoscere l'uno dall'altro. Sono trematiche quali il regime comunista in Albania, l'erotismo e la religione che grazie alla particolare gamma cromatica, vengono unite creando un'immagine ambigua ed evanescente. I lavori presenti in Collezione Giuseppe Iannaccone come "Gli amanti", "E' invisibile ma non si sente l'odore", "Untitled", "Li ho persi tutti", rappresentano al meglio l'intento dell'artista, alcuni di loro, hanno fatto parte di Ex Gratia, 5° progetto di IN PRATICA del 2018.

Opere Correlate

Artista: Lulashi Iva Mostra tutte le opere (10)


Gli amanti, 2016


Noi ci salveremo, 2016


È invisibile e non si sente l'odore, 2016


Elusive eyes, 2017


I've been gone too long, 2017

Anno:


Natura Morta,

Opera

Lulashi Iva, Gli amanti, 2016, olio su tela, 24 × 2 cm

BIografia

Lulashi Iva

Iva Lulashi (1988) è nata a Tirana, Albania. Vive e lavora a Milano. Nel 2016 si diploma all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Il suo lavoro parte da tracce trovate e prende spunto da film d'autore, documentari, pubblicità, trasmissioni televisive, fotografie private, foto di scena o frames che riflettono il linguaggio visivo di una storia albanese, che non è mai stata consapevolmente vissuta dall'artista ma che riporta nei suoi lavori incorporandola a filmati erotici, confondendo quindi il confine tra gli tra la propaganda comunista nei film, scene di sesso, e sane attività quotidiane all’aria aperta.

Nelle tele di piccolo formato di Iva si incontrano le descrizioni di mondi apparentemente lontani ma che, nei suoi lavori pittorici diventano così legati da non poter più riconoscere l'uno dall'altro. Sono trematiche quali il regime comunista in Albania, l'erotismo e la religione che grazie alla particolare gamma cromatica, vengono unite creando un'immagine ambigua ed evanescente. I lavori presenti in Collezione Giuseppe Iannaccone come "Gli amanti", "E' invisibile ma non si sente l'odore", "Untitled", "Li ho persi tutti", rappresentano al meglio l'intento dell'artista, alcuni di loro, hanno fatto parte di Ex Gratia, 5° progetto di IN PRATICA del 2018.

Opere Correlate

Artista: Lulashi Iva Mostra tutte le opere (10)


Chi sarà il primo ,


Noi ci salveremo, 2016


È invisibile e non si sente l'odore, 2016


Elusive eyes, 2017


I've been gone too long, 2017

Anno: 2016 Mostra tutte le opere (13)


Piccolo osservatorio, 2016


Gradual (V), 2016


Ali, 2016


Finalmente mi guardo le spalle, 2016


Orecchie, 2016

Geografia: Albania Mostra tutte le opere (12)


olbania, 2011


Noi ci salveremo, 2016


È invisibile e non si sente l'odore, 2016


Elusive eyes, 2017


I've been gone too long, 2017

Tema: Uomo subject nature Mostra tutte le opere (18)


The Rookman, 2017


Gli amanti, 2016


Noi ci salveremo, 2016


È invisibile e non si sente l'odore, 2016


I've been gone too long, 2017

Opera

Lulashi Iva, Noi ci salveremo, 2016, olio su tela, 27 × 2 cm

BIografia

Lulashi Iva

Iva Lulashi (1988) è nata a Tirana, Albania. Vive e lavora a Milano. Nel 2016 si diploma all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Il suo lavoro parte da tracce trovate e prende spunto da film d'autore, documentari, pubblicità, trasmissioni televisive, fotografie private, foto di scena o frames che riflettono il linguaggio visivo di una storia albanese, che non è mai stata consapevolmente vissuta dall'artista ma che riporta nei suoi lavori incorporandola a filmati erotici, confondendo quindi il confine tra gli tra la propaganda comunista nei film, scene di sesso, e sane attività quotidiane all’aria aperta.

Nelle tele di piccolo formato di Iva si incontrano le descrizioni di mondi apparentemente lontani ma che, nei suoi lavori pittorici diventano così legati da non poter più riconoscere l'uno dall'altro. Sono trematiche quali il regime comunista in Albania, l'erotismo e la religione che grazie alla particolare gamma cromatica, vengono unite creando un'immagine ambigua ed evanescente. I lavori presenti in Collezione Giuseppe Iannaccone come "Gli amanti", "E' invisibile ma non si sente l'odore", "Untitled", "Li ho persi tutti", rappresentano al meglio l'intento dell'artista, alcuni di loro, hanno fatto parte di Ex Gratia, 5° progetto di IN PRATICA del 2018.

Opere Correlate

Artista: Lulashi Iva Mostra tutte le opere (10)


Chi sarà il primo ,


Gli amanti, 2016


È invisibile e non si sente l'odore, 2016


Elusive eyes, 2017


I've been gone too long, 2017

Anno: 2016 Mostra tutte le opere (13)


Piccolo osservatorio, 2016


Gradual (V), 2016


Ali, 2016


Finalmente mi guardo le spalle, 2016


Orecchie, 2016

Geografia: Albania Mostra tutte le opere (12)


olbania, 2011


Gli amanti, 2016


È invisibile e non si sente l'odore, 2016


Elusive eyes, 2017


I've been gone too long, 2017

Tema: subject nature


Gli amanti, 2016


I've been gone too long, 2017


Untitled, 2018


Lailai Tun Bere, 2018

Opera

Lulashi Iva, È invisibile e non si sente l'odore, 2016, olio su tela, 24 × 2 cm

BIografia

Lulashi Iva

Iva Lulashi (1988) è nata a Tirana, Albania. Vive e lavora a Milano. Nel 2016 si diploma all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Il suo lavoro parte da tracce trovate e prende spunto da film d'autore, documentari, pubblicità, trasmissioni televisive, fotografie private, foto di scena o frames che riflettono il linguaggio visivo di una storia albanese, che non è mai stata consapevolmente vissuta dall'artista ma che riporta nei suoi lavori incorporandola a filmati erotici, confondendo quindi il confine tra gli tra la propaganda comunista nei film, scene di sesso, e sane attività quotidiane all’aria aperta.

Nelle tele di piccolo formato di Iva si incontrano le descrizioni di mondi apparentemente lontani ma che, nei suoi lavori pittorici diventano così legati da non poter più riconoscere l'uno dall'altro. Sono trematiche quali il regime comunista in Albania, l'erotismo e la religione che grazie alla particolare gamma cromatica, vengono unite creando un'immagine ambigua ed evanescente. I lavori presenti in Collezione Giuseppe Iannaccone come "Gli amanti", "E' invisibile ma non si sente l'odore", "Untitled", "Li ho persi tutti", rappresentano al meglio l'intento dell'artista, alcuni di loro, hanno fatto parte di Ex Gratia, 5° progetto di IN PRATICA del 2018.

Opere Correlate

Artista: Lulashi Iva Mostra tutte le opere (10)


Chi sarà il primo ,


Gli amanti, 2016


Noi ci salveremo, 2016


Elusive eyes, 2017


I've been gone too long, 2017

Anno: 2016 Mostra tutte le opere (13)


Piccolo osservatorio, 2016


Gradual (V), 2016


Ali, 2016


Finalmente mi guardo le spalle, 2016


Orecchie, 2016

Geografia: Albania Mostra tutte le opere (12)


olbania, 2011


Gli amanti, 2016


Noi ci salveremo, 2016


Elusive eyes, 2017


I've been gone too long, 2017

Tema: Uomo Mostra tutte le opere (11)


The Rookman, 2017


Gli amanti, 2016


I've been gone too long, 2017


Le vacanze dei Bag-hands, 2017


Autoritratto, 2012

Opera

Lulashi Iva, Elusive eyes, 2017, olio su tela, 24 × 1.5 cm

BIografia

Lulashi Iva

Iva Lulashi (1988) è nata a Tirana, Albania. Vive e lavora a Milano. Nel 2016 si diploma all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Il suo lavoro parte da tracce trovate e prende spunto da film d'autore, documentari, pubblicità, trasmissioni televisive, fotografie private, foto di scena o frames che riflettono il linguaggio visivo di una storia albanese, che non è mai stata consapevolmente vissuta dall'artista ma che riporta nei suoi lavori incorporandola a filmati erotici, confondendo quindi il confine tra gli tra la propaganda comunista nei film, scene di sesso, e sane attività quotidiane all’aria aperta.

Nelle tele di piccolo formato di Iva si incontrano le descrizioni di mondi apparentemente lontani ma che, nei suoi lavori pittorici diventano così legati da non poter più riconoscere l'uno dall'altro. Sono trematiche quali il regime comunista in Albania, l'erotismo e la religione che grazie alla particolare gamma cromatica, vengono unite creando un'immagine ambigua ed evanescente. I lavori presenti in Collezione Giuseppe Iannaccone come "Gli amanti", "E' invisibile ma non si sente l'odore", "Untitled", "Li ho persi tutti", rappresentano al meglio l'intento dell'artista, alcuni di loro, hanno fatto parte di Ex Gratia, 5° progetto di IN PRATICA del 2018.

Opere Correlate

Artista: Lulashi Iva Mostra tutte le opere (10)


Chi sarà il primo ,


Gli amanti, 2016


Noi ci salveremo, 2016


È invisibile e non si sente l'odore, 2016


I've been gone too long, 2017

Anno: 2017 Mostra tutte le opere (13)


Shhhhh, 2017


The Lion Tamer, 2017


Autoritratto come tramonto triangolare, 2017


Sala Giochi , 2017


The Rookman, 2017

Geografia: Albania Mostra tutte le opere (12)


olbania, 2011


Gli amanti, 2016


Noi ci salveremo, 2016


È invisibile e non si sente l'odore, 2016


I've been gone too long, 2017

Opera

Lulashi Iva, I've been gone too long, 2017, olio su pannello di legno, 12 × 1.5 cm

BIografia

Lulashi Iva

Iva Lulashi (1988) è nata a Tirana, Albania. Vive e lavora a Milano. Nel 2016 si diploma all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Il suo lavoro parte da tracce trovate e prende spunto da film d'autore, documentari, pubblicità, trasmissioni televisive, fotografie private, foto di scena o frames che riflettono il linguaggio visivo di una storia albanese, che non è mai stata consapevolmente vissuta dall'artista ma che riporta nei suoi lavori incorporandola a filmati erotici, confondendo quindi il confine tra gli tra la propaganda comunista nei film, scene di sesso, e sane attività quotidiane all’aria aperta.

Nelle tele di piccolo formato di Iva si incontrano le descrizioni di mondi apparentemente lontani ma che, nei suoi lavori pittorici diventano così legati da non poter più riconoscere l'uno dall'altro. Sono trematiche quali il regime comunista in Albania, l'erotismo e la religione che grazie alla particolare gamma cromatica, vengono unite creando un'immagine ambigua ed evanescente. I lavori presenti in Collezione Giuseppe Iannaccone come "Gli amanti", "E' invisibile ma non si sente l'odore", "Untitled", "Li ho persi tutti", rappresentano al meglio l'intento dell'artista, alcuni di loro, hanno fatto parte di Ex Gratia, 5° progetto di IN PRATICA del 2018.

Opere Correlate

Artista: Lulashi Iva Mostra tutte le opere (10)


Chi sarà il primo ,


Gli amanti, 2016


Noi ci salveremo, 2016


È invisibile e non si sente l'odore, 2016


Elusive eyes, 2017

Anno: 2017 Mostra tutte le opere (13)


Shhhhh, 2017


The Lion Tamer, 2017


Autoritratto come tramonto triangolare, 2017


Sala Giochi , 2017


The Rookman, 2017

Geografia: Albania Mostra tutte le opere (12)


olbania, 2011


Gli amanti, 2016


Noi ci salveremo, 2016


È invisibile e non si sente l'odore, 2016


Elusive eyes, 2017

Tema: Uomo subject nature Mostra tutte le opere (18)


The Rookman, 2017


Gli amanti, 2016


Noi ci salveremo, 2016


È invisibile e non si sente l'odore, 2016


I've been gone too long, 2017

Opera

Lulashi Iva, L'altra metà, 2018, olio su pannello telato, 18 cm

BIografia

Lulashi Iva

Iva Lulashi (1988) è nata a Tirana, Albania. Vive e lavora a Milano. Nel 2016 si diploma all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Il suo lavoro parte da tracce trovate e prende spunto da film d'autore, documentari, pubblicità, trasmissioni televisive, fotografie private, foto di scena o frames che riflettono il linguaggio visivo di una storia albanese, che non è mai stata consapevolmente vissuta dall'artista ma che riporta nei suoi lavori incorporandola a filmati erotici, confondendo quindi il confine tra gli tra la propaganda comunista nei film, scene di sesso, e sane attività quotidiane all’aria aperta.

Nelle tele di piccolo formato di Iva si incontrano le descrizioni di mondi apparentemente lontani ma che, nei suoi lavori pittorici diventano così legati da non poter più riconoscere l'uno dall'altro. Sono trematiche quali il regime comunista in Albania, l'erotismo e la religione che grazie alla particolare gamma cromatica, vengono unite creando un'immagine ambigua ed evanescente. I lavori presenti in Collezione Giuseppe Iannaccone come "Gli amanti", "E' invisibile ma non si sente l'odore", "Untitled", "Li ho persi tutti", rappresentano al meglio l'intento dell'artista, alcuni di loro, hanno fatto parte di Ex Gratia, 5° progetto di IN PRATICA del 2018.

Opere Correlate

Artista: Lulashi Iva Mostra tutte le opere (10)


Chi sarà il primo ,


Gli amanti, 2016


Noi ci salveremo, 2016


È invisibile e non si sente l'odore, 2016


Elusive eyes, 2017

Anno: 2018 Mostra tutte le opere (13)


Suffragette as a Puta Feminista (Originally a "Votes for Women" postcard from the Ann Lewis Women's Suffrage Collection, 1905-1910), 2018


Autoritratto come animale, 2018


Asino 2018 d.C._59, 2018


Li ho persi tutti, 2018


Senza Titolo, 2018

Geografia: Albania Mostra tutte le opere (12)


olbania, 2011


Gli amanti, 2016


Noi ci salveremo, 2016


È invisibile e non si sente l'odore, 2016


Elusive eyes, 2017

Opera

Lulashi Iva, Li ho persi tutti, 2018, olio su tela, 20 cm

BIografia

Lulashi Iva

Iva Lulashi (1988) è nata a Tirana, Albania. Vive e lavora a Milano. Nel 2016 si diploma all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Il suo lavoro parte da tracce trovate e prende spunto da film d'autore, documentari, pubblicità, trasmissioni televisive, fotografie private, foto di scena o frames che riflettono il linguaggio visivo di una storia albanese, che non è mai stata consapevolmente vissuta dall'artista ma che riporta nei suoi lavori incorporandola a filmati erotici, confondendo quindi il confine tra gli tra la propaganda comunista nei film, scene di sesso, e sane attività quotidiane all’aria aperta.

Nelle tele di piccolo formato di Iva si incontrano le descrizioni di mondi apparentemente lontani ma che, nei suoi lavori pittorici diventano così legati da non poter più riconoscere l'uno dall'altro. Sono trematiche quali il regime comunista in Albania, l'erotismo e la religione che grazie alla particolare gamma cromatica, vengono unite creando un'immagine ambigua ed evanescente. I lavori presenti in Collezione Giuseppe Iannaccone come "Gli amanti", "E' invisibile ma non si sente l'odore", "Untitled", "Li ho persi tutti", rappresentano al meglio l'intento dell'artista, alcuni di loro, hanno fatto parte di Ex Gratia, 5° progetto di IN PRATICA del 2018.

Opere Correlate

Artista: Lulashi Iva Mostra tutte le opere (10)


Chi sarà il primo ,


Gli amanti, 2016


Noi ci salveremo, 2016


È invisibile e non si sente l'odore, 2016


Elusive eyes, 2017

Anno: 2018 Mostra tutte le opere (13)


Suffragette as a Puta Feminista (Originally a "Votes for Women" postcard from the Ann Lewis Women's Suffrage Collection, 1905-1910), 2018


Autoritratto come animale, 2018


Asino 2018 d.C._59, 2018


L'altra metà , 2018


Senza Titolo, 2018

Opera

Lulashi Iva, Senza Titolo, 2018, olio su tela, 25 cm

BIografia

Lulashi Iva

Iva Lulashi (1988) è nata a Tirana, Albania. Vive e lavora a Milano. Nel 2016 si diploma all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Il suo lavoro parte da tracce trovate e prende spunto da film d'autore, documentari, pubblicità, trasmissioni televisive, fotografie private, foto di scena o frames che riflettono il linguaggio visivo di una storia albanese, che non è mai stata consapevolmente vissuta dall'artista ma che riporta nei suoi lavori incorporandola a filmati erotici, confondendo quindi il confine tra gli tra la propaganda comunista nei film, scene di sesso, e sane attività quotidiane all’aria aperta.

Nelle tele di piccolo formato di Iva si incontrano le descrizioni di mondi apparentemente lontani ma che, nei suoi lavori pittorici diventano così legati da non poter più riconoscere l'uno dall'altro. Sono trematiche quali il regime comunista in Albania, l'erotismo e la religione che grazie alla particolare gamma cromatica, vengono unite creando un'immagine ambigua ed evanescente. I lavori presenti in Collezione Giuseppe Iannaccone come "Gli amanti", "E' invisibile ma non si sente l'odore", "Untitled", "Li ho persi tutti", rappresentano al meglio l'intento dell'artista, alcuni di loro, hanno fatto parte di Ex Gratia, 5° progetto di IN PRATICA del 2018.

Opere Correlate

Artista: Lulashi Iva Mostra tutte le opere (10)


Chi sarà il primo ,


Gli amanti, 2016


Noi ci salveremo, 2016


È invisibile e non si sente l'odore, 2016


Elusive eyes, 2017

Anno: 2018 Mostra tutte le opere (13)


Suffragette as a Puta Feminista (Originally a "Votes for Women" postcard from the Ann Lewis Women's Suffrage Collection, 1905-1910), 2018


Autoritratto come animale, 2018


Asino 2018 d.C._59, 2018


L'altra metà , 2018


Li ho persi tutti, 2018

Opera

Lulashi Iva, Senza Titolo, 2018, olio su tela, 20 cm

BIografia

Lulashi Iva

Iva Lulashi (1988) è nata a Tirana, Albania. Vive e lavora a Milano. Nel 2016 si diploma all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Il suo lavoro parte da tracce trovate e prende spunto da film d'autore, documentari, pubblicità, trasmissioni televisive, fotografie private, foto di scena o frames che riflettono il linguaggio visivo di una storia albanese, che non è mai stata consapevolmente vissuta dall'artista ma che riporta nei suoi lavori incorporandola a filmati erotici, confondendo quindi il confine tra gli tra la propaganda comunista nei film, scene di sesso, e sane attività quotidiane all’aria aperta.

Nelle tele di piccolo formato di Iva si incontrano le descrizioni di mondi apparentemente lontani ma che, nei suoi lavori pittorici diventano così legati da non poter più riconoscere l'uno dall'altro. Sono trematiche quali il regime comunista in Albania, l'erotismo e la religione che grazie alla particolare gamma cromatica, vengono unite creando un'immagine ambigua ed evanescente. I lavori presenti in Collezione Giuseppe Iannaccone come "Gli amanti", "E' invisibile ma non si sente l'odore", "Untitled", "Li ho persi tutti", rappresentano al meglio l'intento dell'artista, alcuni di loro, hanno fatto parte di Ex Gratia, 5° progetto di IN PRATICA del 2018.

Opere Correlate

Artista: Lulashi Iva Mostra tutte le opere (10)


Chi sarà il primo ,


Gli amanti, 2016


Noi ci salveremo, 2016


È invisibile e non si sente l'odore, 2016


Elusive eyes, 2017

Anno: 2018 Mostra tutte le opere (13)


Suffragette as a Puta Feminista (Originally a "Votes for Women" postcard from the Ann Lewis Women's Suffrage Collection, 1905-1910), 2018


Autoritratto come animale, 2018


Asino 2018 d.C._59, 2018


L'altra metà , 2018


Li ho persi tutti, 2018

Opera

Lulashi Iva, Untitled, 2018, olio su tela, 30 × 1.5 cm

BIografia

Lulashi Iva

Iva Lulashi (1988) è nata a Tirana, Albania. Vive e lavora a Milano. Nel 2016 si diploma all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Il suo lavoro parte da tracce trovate e prende spunto da film d'autore, documentari, pubblicità, trasmissioni televisive, fotografie private, foto di scena o frames che riflettono il linguaggio visivo di una storia albanese, che non è mai stata consapevolmente vissuta dall'artista ma che riporta nei suoi lavori incorporandola a filmati erotici, confondendo quindi il confine tra gli tra la propaganda comunista nei film, scene di sesso, e sane attività quotidiane all’aria aperta.

Nelle tele di piccolo formato di Iva si incontrano le descrizioni di mondi apparentemente lontani ma che, nei suoi lavori pittorici diventano così legati da non poter più riconoscere l'uno dall'altro. Sono trematiche quali il regime comunista in Albania, l'erotismo e la religione che grazie alla particolare gamma cromatica, vengono unite creando un'immagine ambigua ed evanescente. I lavori presenti in Collezione Giuseppe Iannaccone come "Gli amanti", "E' invisibile ma non si sente l'odore", "Untitled", "Li ho persi tutti", rappresentano al meglio l'intento dell'artista, alcuni di loro, hanno fatto parte di Ex Gratia, 5° progetto di IN PRATICA del 2018.

Opere Correlate

Artista: Lulashi Iva Mostra tutte le opere (10)


Chi sarà il primo ,


Gli amanti, 2016


Noi ci salveremo, 2016


È invisibile e non si sente l'odore, 2016


Elusive eyes, 2017

Anno: 2018 Mostra tutte le opere (13)


Suffragette as a Puta Feminista (Originally a "Votes for Women" postcard from the Ann Lewis Women's Suffrage Collection, 1905-1910), 2018


Autoritratto come animale, 2018


Asino 2018 d.C._59, 2018


L'altra metà , 2018


Li ho persi tutti, 2018

Geografia: Albania Mostra tutte le opere (12)


olbania, 2011


Gli amanti, 2016


Noi ci salveremo, 2016


È invisibile e non si sente l'odore, 2016


Elusive eyes, 2017

Tema: subject nature


Gli amanti, 2016


Noi ci salveremo, 2016


I've been gone too long, 2017


Lailai Tun Bere, 2018