Collezione Giuseppe Iannaccone

Opera

Nan Goldin, Naomi w her sister, Honey, the other side, 1972, Fotografia a colori, 35.5 × 27.8 cm

BIografia

Nan Goldin

Nan Goldin nasce a Washington nel 1953 ma cresce a Boston, dove frequenta la School of the Museum of Fine Arts. Vive a New York dal 1978, dove si è affermata come una delle maggiori esponenti di un'arte a favore di una identificazione completa tra arte e vita. Fino dall'età di diciotto anni usa la fotografia come un "diario in pubblico", per questo motivo l'opera di Nan Goldin è inseparabile dalla sua vita. Segnata dal suicidio della sorella diciottenne Barbara Holly il 12 aprile 1965, è proprio fotografando la propria famiglia che inizia il suo lavoro fotografico.

Nan Goldin osserva la parte trasgressiva e nascosta della vita della città con un approccio intimo e personale. I ricordi privati divengono opere d'arte solo dopo la decisione di esporli. Ritrae amici e conoscenti, ma anche se stessa.

Il suo stile diventa un'icona della sua generazione difficile ed assume un'ulteriore svolta dopo la diffusione dell'AIDS, che mette in discussione la sua fiducia nel potere delle immagini rendendole chiaro che esse le mostravano solo coloro che aveva perso. La Goldin intende le foto che documentavano la vita quotidiana dei suoi amici sieropositivi in funzione di una valenza sociale e politica, e come attivista di Act Up organizza la prima grande mostra sull'AIDS a New York nell'89.

In Collezione Giuseppe Iannaccone è presente una vasta raccolta di sue fotografie: Jimmy Paulette and Taboo! In the Bathroom è una grande fotografia a colori di due drag queen, note con il nome di Jimmy Paulette e Taboo scattata in un appartamento di New York. Jimmy Paulette è in piedi e guarda direttamente nella fotocamera di Goldin mentre Taboo è di spalle a dorso nudo con al collo una collana molto vistosa. Il corpo maschile di Jimmy è fortemente in contrasto con il suo volto drammaticamente truccato, soprattutto attorno agli occhi. Jimmy Paulette così come Taboo portano ancora dei piccoli segni del loro travestimento. Questa foto mostra un momento di intimità.

Un'altra opera emblematica è "Trixie on the Cot" dove l'artista mostra Ivy, un transessuale prima dell'operazione, perfetta incarnazione dell'ambiguità di genere che Goldin trova come forza liberatoria e ispiratrice per le sue opere.

In collezione sono presenti anche "Greer and Robert an the bed","Naomi w her sister, Honey, the other side" e "Marlene in show girl costume", prima fotografia in bianco e nero scattata per errore dall'artista.

L'estrema libertà di espressione di Nan Goldin insieme al suo grande coraggio la rendono una delle pioniere della fotografia della contro cultura dei suoi anni.

 

Opere Correlate

Artista: Nan Goldin

Nan Goldin
Greer and Robert on the bed, NYC, 1982, 1982

Nan Goldin
Marlene in show girl costume, 1974

Nan Goldin
Trixie on the Cot, 1979

Nan Goldin
Jimmy Paulette and Taboo! in the bathroom, NYC, 1991

Geografia: Stati Uniti d\'America Mostra tutte le opere (38)

Matthew Barney
Cremaster 5: Her Giant, 1997

Hernan Bas
Ubu roi (The War March), 2009

Andrea Bowers
Suffragette as a Puta Feminista (Originally a "Votes for Women" postcard from the Ann Lewis Women's Suffrage Collection, 1905-1910), 2018

Jason Brooks
IAN, 1997

Delia Brown
Trista Sarah and Reina - VENDUTO, 2004

Tecnica: Fotografia Mostra tutte le opere (43)

Alterazioni Video
olbania, 2011

Nobuyoshi Araki
Shikijyo Sexual Desire, 1996/2008

Nobuyoshi Araki
Tokyo Comedy , 1997/2008

Nobuyoshi Araki
Grand diary of photo mania, 1998-2008

Nobuyoshi Araki
Mithology, 2001-2008

Opera

Nan Goldin, Marlene in show girl costume, 1974, stampa vintage in bianco e nero, 25 × 20 cm

BIografia

Nan Goldin

Nan Goldin nasce a Washington nel 1953 ma cresce a Boston, dove frequenta la School of the Museum of Fine Arts. Vive a New York dal 1978, dove si è affermata come una delle maggiori esponenti di un'arte a favore di una identificazione completa tra arte e vita. Fino dall'età di diciotto anni usa la fotografia come un "diario in pubblico", per questo motivo l'opera di Nan Goldin è inseparabile dalla sua vita. Segnata dal suicidio della sorella diciottenne Barbara Holly il 12 aprile 1965, è proprio fotografando la propria famiglia che inizia il suo lavoro fotografico.

Nan Goldin osserva la parte trasgressiva e nascosta della vita della città con un approccio intimo e personale. I ricordi privati divengono opere d'arte solo dopo la decisione di esporli. Ritrae amici e conoscenti, ma anche se stessa.

Il suo stile diventa un'icona della sua generazione difficile ed assume un'ulteriore svolta dopo la diffusione dell'AIDS, che mette in discussione la sua fiducia nel potere delle immagini rendendole chiaro che esse le mostravano solo coloro che aveva perso. La Goldin intende le foto che documentavano la vita quotidiana dei suoi amici sieropositivi in funzione di una valenza sociale e politica, e come attivista di Act Up organizza la prima grande mostra sull'AIDS a New York nell'89.

In Collezione Giuseppe Iannaccone è presente una vasta raccolta di sue fotografie: Jimmy Paulette and Taboo! In the Bathroom è una grande fotografia a colori di due drag queen, note con il nome di Jimmy Paulette e Taboo scattata in un appartamento di New York. Jimmy Paulette è in piedi e guarda direttamente nella fotocamera di Goldin mentre Taboo è di spalle a dorso nudo con al collo una collana molto vistosa. Il corpo maschile di Jimmy è fortemente in contrasto con il suo volto drammaticamente truccato, soprattutto attorno agli occhi. Jimmy Paulette così come Taboo portano ancora dei piccoli segni del loro travestimento. Questa foto mostra un momento di intimità.

Un'altra opera emblematica è "Trixie on the Cot" dove l'artista mostra Ivy, un transessuale prima dell'operazione, perfetta incarnazione dell'ambiguità di genere che Goldin trova come forza liberatoria e ispiratrice per le sue opere.

In collezione sono presenti anche "Greer and Robert an the bed","Naomi w her sister, Honey, the other side" e "Marlene in show girl costume", prima fotografia in bianco e nero scattata per errore dall'artista.

L'estrema libertà di espressione di Nan Goldin insieme al suo grande coraggio la rendono una delle pioniere della fotografia della contro cultura dei suoi anni.

 

Opere Correlate

Artista: Nan Goldin

Nan Goldin
Greer and Robert on the bed, NYC, 1982, 1982

Nan Goldin
Naomi w her sister, Honey, the other side, 1972

Nan Goldin
Trixie on the Cot, 1979

Nan Goldin
Jimmy Paulette and Taboo! in the bathroom, NYC, 1991

Geografia: Stati Uniti d\'America Mostra tutte le opere (38)

Matthew Barney
Cremaster 5: Her Giant, 1997

Hernan Bas
Ubu roi (The War March), 2009

Andrea Bowers
Suffragette as a Puta Feminista (Originally a "Votes for Women" postcard from the Ann Lewis Women's Suffrage Collection, 1905-1910), 2018

Jason Brooks
IAN, 1997

Delia Brown
Trista Sarah and Reina - VENDUTO, 2004

Tema: Ritratto Mostra tutte le opere (118)

Francis Alÿs
Untitled (Man/Woman with Shoe on Head), from The Liar series, 1995

Francis Alÿs
Untitled (Study for Painting and Punishment), 2000 - 2003

Nobuyoshi Araki
Shikijyo Sexual Desire, 1996/2008

Nobuyoshi Araki
Grand diary of photo mania, 1998-2008

Nobuyoshi Araki
Pola Eros, 2007

Tecnica: Fotografia Mostra tutte le opere (43)

Alterazioni Video
olbania, 2011

Nobuyoshi Araki
Shikijyo Sexual Desire, 1996/2008

Nobuyoshi Araki
Tokyo Comedy , 1997/2008

Nobuyoshi Araki
Grand diary of photo mania, 1998-2008

Nobuyoshi Araki
Mithology, 2001-2008

Opera

Nan Goldin, Trixie on the Cot, 1979, stampa in cibachrome, 50.8 × 61 cm

BIografia

Nan Goldin

Nan Goldin nasce a Washington nel 1953 ma cresce a Boston, dove frequenta la School of the Museum of Fine Arts. Vive a New York dal 1978, dove si è affermata come una delle maggiori esponenti di un'arte a favore di una identificazione completa tra arte e vita. Fino dall'età di diciotto anni usa la fotografia come un "diario in pubblico", per questo motivo l'opera di Nan Goldin è inseparabile dalla sua vita. Segnata dal suicidio della sorella diciottenne Barbara Holly il 12 aprile 1965, è proprio fotografando la propria famiglia che inizia il suo lavoro fotografico.

Nan Goldin osserva la parte trasgressiva e nascosta della vita della città con un approccio intimo e personale. I ricordi privati divengono opere d'arte solo dopo la decisione di esporli. Ritrae amici e conoscenti, ma anche se stessa.

Il suo stile diventa un'icona della sua generazione difficile ed assume un'ulteriore svolta dopo la diffusione dell'AIDS, che mette in discussione la sua fiducia nel potere delle immagini rendendole chiaro che esse le mostravano solo coloro che aveva perso. La Goldin intende le foto che documentavano la vita quotidiana dei suoi amici sieropositivi in funzione di una valenza sociale e politica, e come attivista di Act Up organizza la prima grande mostra sull'AIDS a New York nell'89.

In Collezione Giuseppe Iannaccone è presente una vasta raccolta di sue fotografie: Jimmy Paulette and Taboo! In the Bathroom è una grande fotografia a colori di due drag queen, note con il nome di Jimmy Paulette e Taboo scattata in un appartamento di New York. Jimmy Paulette è in piedi e guarda direttamente nella fotocamera di Goldin mentre Taboo è di spalle a dorso nudo con al collo una collana molto vistosa. Il corpo maschile di Jimmy è fortemente in contrasto con il suo volto drammaticamente truccato, soprattutto attorno agli occhi. Jimmy Paulette così come Taboo portano ancora dei piccoli segni del loro travestimento. Questa foto mostra un momento di intimità.

Un'altra opera emblematica è "Trixie on the Cot" dove l'artista mostra Ivy, un transessuale prima dell'operazione, perfetta incarnazione dell'ambiguità di genere che Goldin trova come forza liberatoria e ispiratrice per le sue opere.

In collezione sono presenti anche "Greer and Robert an the bed","Naomi w her sister, Honey, the other side" e "Marlene in show girl costume", prima fotografia in bianco e nero scattata per errore dall'artista.

L'estrema libertà di espressione di Nan Goldin insieme al suo grande coraggio la rendono una delle pioniere della fotografia della contro cultura dei suoi anni.

 

Opere Correlate

Artista: Nan Goldin

Nan Goldin
Greer and Robert on the bed, NYC, 1982, 1982

Nan Goldin
Naomi w her sister, Honey, the other side, 1972

Nan Goldin
Marlene in show girl costume, 1974

Nan Goldin
Jimmy Paulette and Taboo! in the bathroom, NYC, 1991

Geografia: Stati Uniti d\'America Mostra tutte le opere (38)

Matthew Barney
Cremaster 5: Her Giant, 1997

Hernan Bas
Ubu roi (The War March), 2009

Andrea Bowers
Suffragette as a Puta Feminista (Originally a "Votes for Women" postcard from the Ann Lewis Women's Suffrage Collection, 1905-1910), 2018

Jason Brooks
IAN, 1997

Delia Brown
Trista Sarah and Reina - VENDUTO, 2004

Tecnica: Fotografia Mostra tutte le opere (43)

Alterazioni Video
olbania, 2011

Nobuyoshi Araki
Shikijyo Sexual Desire, 1996/2008

Nobuyoshi Araki
Tokyo Comedy , 1997/2008

Nobuyoshi Araki
Grand diary of photo mania, 1998-2008

Nobuyoshi Araki
Mithology, 2001-2008

Opera

Nan Goldin, Greer and Robert on the bed, NYC, 1982, 1982, stampa in cibachrome, 69.8 × 101.5 cm

BIografia

Nan Goldin

Nan Goldin nasce a Washington nel 1953 ma cresce a Boston, dove frequenta la School of the Museum of Fine Arts. Vive a New York dal 1978, dove si è affermata come una delle maggiori esponenti di un'arte a favore di una identificazione completa tra arte e vita. Fino dall'età di diciotto anni usa la fotografia come un "diario in pubblico", per questo motivo l'opera di Nan Goldin è inseparabile dalla sua vita. Segnata dal suicidio della sorella diciottenne Barbara Holly il 12 aprile 1965, è proprio fotografando la propria famiglia che inizia il suo lavoro fotografico.

Nan Goldin osserva la parte trasgressiva e nascosta della vita della città con un approccio intimo e personale. I ricordi privati divengono opere d'arte solo dopo la decisione di esporli. Ritrae amici e conoscenti, ma anche se stessa.

Il suo stile diventa un'icona della sua generazione difficile ed assume un'ulteriore svolta dopo la diffusione dell'AIDS, che mette in discussione la sua fiducia nel potere delle immagini rendendole chiaro che esse le mostravano solo coloro che aveva perso. La Goldin intende le foto che documentavano la vita quotidiana dei suoi amici sieropositivi in funzione di una valenza sociale e politica, e come attivista di Act Up organizza la prima grande mostra sull'AIDS a New York nell'89.

In Collezione Giuseppe Iannaccone è presente una vasta raccolta di sue fotografie: Jimmy Paulette and Taboo! In the Bathroom è una grande fotografia a colori di due drag queen, note con il nome di Jimmy Paulette e Taboo scattata in un appartamento di New York. Jimmy Paulette è in piedi e guarda direttamente nella fotocamera di Goldin mentre Taboo è di spalle a dorso nudo con al collo una collana molto vistosa. Il corpo maschile di Jimmy è fortemente in contrasto con il suo volto drammaticamente truccato, soprattutto attorno agli occhi. Jimmy Paulette così come Taboo portano ancora dei piccoli segni del loro travestimento. Questa foto mostra un momento di intimità.

Un'altra opera emblematica è "Trixie on the Cot" dove l'artista mostra Ivy, un transessuale prima dell'operazione, perfetta incarnazione dell'ambiguità di genere che Goldin trova come forza liberatoria e ispiratrice per le sue opere.

In collezione sono presenti anche "Greer and Robert an the bed","Naomi w her sister, Honey, the other side" e "Marlene in show girl costume", prima fotografia in bianco e nero scattata per errore dall'artista.

L'estrema libertà di espressione di Nan Goldin insieme al suo grande coraggio la rendono una delle pioniere della fotografia della contro cultura dei suoi anni.

 

Opere Correlate

Artista: Nan Goldin

Nan Goldin
Naomi w her sister, Honey, the other side, 1972

Nan Goldin
Marlene in show girl costume, 1974

Nan Goldin
Trixie on the Cot, 1979

Nan Goldin
Jimmy Paulette and Taboo! in the bathroom, NYC, 1991

Opera

Nan Goldin, Jimmy Paulette and Taboo! in the bathroom, NYC, 1991, Stampa in cibachrome su Alu Dibond, 37.6 × 57.4 cm

BIografia

Nan Goldin

Nan Goldin nasce a Washington nel 1953 ma cresce a Boston, dove frequenta la School of the Museum of Fine Arts. Vive a New York dal 1978, dove si è affermata come una delle maggiori esponenti di un'arte a favore di una identificazione completa tra arte e vita. Fino dall'età di diciotto anni usa la fotografia come un "diario in pubblico", per questo motivo l'opera di Nan Goldin è inseparabile dalla sua vita. Segnata dal suicidio della sorella diciottenne Barbara Holly il 12 aprile 1965, è proprio fotografando la propria famiglia che inizia il suo lavoro fotografico.

Nan Goldin osserva la parte trasgressiva e nascosta della vita della città con un approccio intimo e personale. I ricordi privati divengono opere d'arte solo dopo la decisione di esporli. Ritrae amici e conoscenti, ma anche se stessa.

Il suo stile diventa un'icona della sua generazione difficile ed assume un'ulteriore svolta dopo la diffusione dell'AIDS, che mette in discussione la sua fiducia nel potere delle immagini rendendole chiaro che esse le mostravano solo coloro che aveva perso. La Goldin intende le foto che documentavano la vita quotidiana dei suoi amici sieropositivi in funzione di una valenza sociale e politica, e come attivista di Act Up organizza la prima grande mostra sull'AIDS a New York nell'89.

In Collezione Giuseppe Iannaccone è presente una vasta raccolta di sue fotografie: Jimmy Paulette and Taboo! In the Bathroom è una grande fotografia a colori di due drag queen, note con il nome di Jimmy Paulette e Taboo scattata in un appartamento di New York. Jimmy Paulette è in piedi e guarda direttamente nella fotocamera di Goldin mentre Taboo è di spalle a dorso nudo con al collo una collana molto vistosa. Il corpo maschile di Jimmy è fortemente in contrasto con il suo volto drammaticamente truccato, soprattutto attorno agli occhi. Jimmy Paulette così come Taboo portano ancora dei piccoli segni del loro travestimento. Questa foto mostra un momento di intimità.

Un'altra opera emblematica è "Trixie on the Cot" dove l'artista mostra Ivy, un transessuale prima dell'operazione, perfetta incarnazione dell'ambiguità di genere che Goldin trova come forza liberatoria e ispiratrice per le sue opere.

In collezione sono presenti anche "Greer and Robert an the bed","Naomi w her sister, Honey, the other side" e "Marlene in show girl costume", prima fotografia in bianco e nero scattata per errore dall'artista.

L'estrema libertà di espressione di Nan Goldin insieme al suo grande coraggio la rendono una delle pioniere della fotografia della contro cultura dei suoi anni.

 

Opere Correlate

Artista: Nan Goldin

Nan Goldin
Greer and Robert on the bed, NYC, 1982, 1982

Nan Goldin
Naomi w her sister, Honey, the other side, 1972

Nan Goldin
Marlene in show girl costume, 1974

Nan Goldin
Trixie on the Cot, 1979

Anno: 1991

Gianfranco Ferroni
Ciotola nera, 1991

Geografia: Stati Uniti d\'America Mostra tutte le opere (38)

Matthew Barney
Cremaster 5: Her Giant, 1997

Hernan Bas
Ubu roi (The War March), 2009

Andrea Bowers
Suffragette as a Puta Feminista (Originally a "Votes for Women" postcard from the Ann Lewis Women's Suffrage Collection, 1905-1910), 2018

Jason Brooks
IAN, 1997

Delia Brown
Trista Sarah and Reina - VENDUTO, 2004

Tema: Ritratto Mostra tutte le opere (118)

Francis Alÿs
Untitled (Man/Woman with Shoe on Head), from The Liar series, 1995

Francis Alÿs
Untitled (Study for Painting and Punishment), 2000 - 2003

Nobuyoshi Araki
Shikijyo Sexual Desire, 1996/2008

Nobuyoshi Araki
Grand diary of photo mania, 1998-2008

Nobuyoshi Araki
Pola Eros, 2007

Tecnica: Fotografia Mostra tutte le opere (43)

Alterazioni Video
olbania, 2011

Nobuyoshi Araki
Shikijyo Sexual Desire, 1996/2008

Nobuyoshi Araki
Tokyo Comedy , 1997/2008

Nobuyoshi Araki
Grand diary of photo mania, 1998-2008

Nobuyoshi Araki
Mithology, 2001-2008